Il Concorso / dati storici

Una persona speciale a Olgiate Molgora

Emilio Gola, vissuto a cavallo tra l’800 e il 900, ebbe la sua dimora in Olgiate Molgora: qui maturò la passione per la Pittura, e qui sviluppò la vena artistica che lo elevò a fama internazionale. La casa del Buttero divenne Salotto culturale: furono suoi ospiti figure importanti del mondo dell’Arte e della Cultura coi quali condivideva entusiasmo e progetti.

Nel Borgo di Mondonico fissò il suo Laboratorio di Pittura dove coltivò la ricerca e la sperimentazione con tratto innovativo, segnando una tendenza. Dedicò molte delle sue tele al paesaggio locale, con particolare attenzione al valloncello con le sue acque, i suoi colori e le lavandaie, cogliendo suggestivi momenti di vita di quel tempo.

Il suo impegno nel Paese di Olgiate M.  fu anche sociale: Egli ricoprì la carica di Sindaco per diversi anni.

Il Gola fu insomma una figura di grande spessore che seppe dare un contributo di rilievo alla Cultura di cui oggi  beneficiamo.

Il progetto della Pro Loco

Con l’entusiasmo di chi sente forte il desiderio di fare qualcosa di importante, come segno di riconoscenza, per una persona speciale che ha dato lustro al  Paese, la Pro Loco di Olgiate M., nel 1969, si attivò con un ambizioso progetto: “promuovere la Pittura in nome e memoria del Maestro Emilio Gola”.  Quindi organizzò un Concorso di Pittura invitando i Pittori a dipingere, in estemporanea, in quegli stessi luoghi del Borgo di Mondonico che furono di ispirazione al Gola.   L’invito fu sentito e colto con costante partecipazione dagli Artisti del vicino territorio Brianzolo e Lecchese.

Dopo 18 edizioni, nel 1991, il Comitato Concorso ritenne opportuno abbandonare la formula dell’estemporanea in modo da garantire una più larga adesione di Artisti, nonché più varietà e qualità delle opere portate in gara. La Pro Loco decise anche di dare al Concorso una veste biennale, in parte per meglio sostenere il cresciuto sforzo organizzativo, e in altra parte per assicurare la raccolta dei fondi necessari all’allestimento.

Nel 2001, grazie al contributo economico della Provincia di Lecco e del Comune di Olgiate Molgora, si tolse dal cassetto e si realizzò un altro progetto: la stampa del Catalogo. Ciò darà ulteriore prestigio al Concorso ed al contempo ne trarrà beneficio la divulgazione dell’Arte pittorica: circa 500 cataloghi entrano ad ogni edizione nelle case degli appassionati di pittura.

 Avvicinare i giovani all’arte della pittura è sempre stato un nostro intendimento: nell’Edizione 2009, in via sperimentale, decidemmo di coinvolgere i giovanissimi Allievi delle Scuole Medie. Il riscontro fu positivo, con apprezzamento della Giuria e del pubblico.  In particolare nei ragazzi ci fu entusiasmo nel vedere le loro piccole opere esposte alla mostra assieme a quelle dei  più affermati pittori, e l’attenzione rivolta ai loro dipinti li caricò  di stimoli verso il fantastico mondo della pittura.     La “Sezione Allievi Scuola Media” è quindi entrata a pieno titolo nel Concorso Gola come sviluppo della dimensione culturale giovanile.

Un altro obiettivo che stiamo inseguendo con la collaborazione del Comune, è la costituzione in Olgiate Molgora di una Pinacoteca ove raccogliere i quadri vincitori dei concorsi.

 Il Comitato Concorso con costante impegno e grazie all’aiuto di numerosi volontari, ha sempre garantito il buon esito della Manifestazione.  Importante e prezioso è stato anche il contributo degli Sponsor (Enti – Banche – Aziende – Commercianti – Privati) per il sostegno economico offerto.

Il lungo percorso storico del Concorso Gola, nonchè la crescente presenza di Artisti e pubblico, hanno fatto diventare l’evento una tradizione paesana attesa dagli Olgiatesi.  Possiamo affermare oggi che ha trovato compimento l’ambizioso progetto messo in campo nel lontano 1969 con obiettivo: memoria e riconoscenza al Maestro Gola.